News

Carosi Funeral Service

Una lunga preghiera per i due studenti del Rosselli di Aprilia uccisi sulla Nettunense.

Una giornata di preghiera per ricordare i due studenti del Rosselli di Aprilia di 21 e 19 anni che sabato scorso sono stati investiti e uccisi sulla Nettunense, mentre aspettavano il pullman per andare a scuola. Da oggi alle 12.00 e fino alle 15.30 la comunità di indiani, a cui i due giovani appartenevano, si è riunita insieme ai genitori in preghiera presso la cappella della chiesa del Cimitero cittadino. A loro si sono uniti - a scaglioni - gli studenti e i professori dell'istituto di via Carroceto e tanti cittadini per rendere l'ultimo saluto ai due giovani. Alcuni di loro hanno letto delle lettere sottolineando la capacità di Amandeep Sidhu e Sandeep Kaur di aiutare i loro coetanei. "Erano molto integrati - hanno detto gli studenti - a loro dobbiamo molto". Presente alla funzione di questo pomeriggio anche il sindaco Antonio Terra.

Dopo la lunga preghiera, le due salme sono state trasferite nell'ala posteriore della cappella in attesa di essere trasferite a Viterbo per la cremazione. E' probabile che non si svolga la funzione ad Anzio, presso un tempio Sikh, annunciata nei giorni scorsi. Nelle ultime ore i genitori dei due giovani hanno espresso la volontà di trasferire le ceneri dei loro congiunti in India, appena il loro fratello - il 16enne Gagandeep Singh anche lui coinvolto nell'investimento e ancora ricoverato in ospedale - venga dimesso e si trovi nelle condizioni di poter affrontare un viaggio in aereo.